mercoledì 26 settembre 2007,19:24
Prima di andare via.
- Allora, come ti senti?
- ...
- Sì, anche io sono emozionata.
- ...
- Le altre ti hanno detto qualcosa?
- ...
- Oddio, emozionata, sembra un modo molto stupido di dire quello che proviamo, vero?
- ...
- Siamo pronte.
- ...
- Ci sarà umidità in abbondanza, da quelle parti. Credo che possiate stare tranquille.
- Mmm.
- Mugugni?
- Mmm.
- Ma c'è qualcosa che non va?
- ...
- Forse preferivi rimanere qui...bastava dirlo.
- Ehm ehm.
- Dai, io così proprio non ti capisco. Non hai neanche una mimica facciale che mi aiuti a decifrare quello che ti passa per la testa...se solo ce l'avessi una testa.
- Io odio le partenze, ecco.
- Alleluia! Ti sei decisa a parlare! Ma perché dici così? Sei mai partita prima d'ora?
- Uhm...no, ora che mi ci fai pensare direi proprio di no.
- E allora! Vedrai, trasferirsi sarà bellissimo anche per te.
- Massì, io in fondo lo faccio solo per te. Non mi perdonerei mai di averti lasciata sola in una nuova città. Non sai neanche cucinare.
- Anche tu! Ma non è assolutamente vero!! Voglio dire, tu neanche puoi assaggiare...
- Però fai uscire sempre il caffé, non negare.
- E' vero, ma è solo una questione da risolvere tra me e la caffettiera.
- Ok. Allora è domani?
- Domani, sì.
- Non è che soffrirò il mal d'auto?
- Sono solo 94 km...
- Ah.
- Non sei la sola ad avere una visione distorta delle distanze, consolati.
 
scritto dalla vale* Permalink ¤


6 Commenti: