giovedì 17 maggio 2007,15:00
Mi segui di notte?
Ed era tutto perfetto, esageratamente perfetto e reale.
Nessun lenzuolo, nessuna statua bianca.
Le mie stupide lacrime, dei gradini di pietra umida.
Tu che mi abbracci e chiedi cosa succede.
I tuoi occhi, il mio sorriso.
Ti rispondo e forse ti faccio tenerezza.
La tua mano.
La tua mano che asciuga le mie lacrime.
La tua mano che mi sfiora le guance.
La tua mano che mi stringe.
La corsa in macchina, il ristorante take-away con tutte quelle cose fritte, i lampioni, il buio.
Tu che scappi per gioco, che ti fermi e ridi. E ridiamo insieme.
Stiamo bene. Io sto bene.
Mi sento leggera, mi sento tra le tue mani e nei tuoi occhi.
Ti sento sulle mie labbra e nel mio cuore.
 
scritto dalla vale* Permalink ¤


1 Commenti:


  • At 18 maggio, 2007 10:00, Anonymous Anonimo

    ROMEO -
    (A Giulietta, prendendole la mano)
    Se tocco con mano indegna questa tua santa reliquia (è il peccato di tutti i cuori pii),queste mie labbra, piene di rossore,sono pronte a render morbido quel tocco con un tenero bacio....A