martedì 2 maggio 2006,18:48
Silenzio di note


Silenzio.

Solo l'aria stantia di questa stanza chiusa e soffocante.
La notte fuori avvolge ogni cosa, culla i bambini, nasconde gli amanti,
accarezza le madri.
Dentro queste mura aumenta solo la mancanza d'aria.
Il mio cuore, un debole battito, il metronomo che dà il tempo a un
pianoforte ricoperto di polvere.
Vedo ancora le tue mani danzare su quei tasti, sento ancora i tuoi occhi
pieni d'amore su di me.
Libera un'altra nota. Torna a suonare per me.

Silenzio.

Chiudo gli occhi, sento un brivido.
Una lacrima, calda, salata. Non una nota.

Silenzio.

E' come essere sott'acqua, niente sembra reale e tra poco non avrò più
respiro.
Vorrei una tua carezza, delicata.
Sussurrami ancora dolci parole, sfiorami con il tuo respiro.

Silenzio.

 
scritto dalla vale* Permalink ¤


0 Commenti: